Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Informazioni su Rodi Milici (Messina)

Il paese è costituito da due piccoli centri abitati Rodì e Milici a tre chilometri di distanza l'uno dall'altro, arroccati sui Peloritani a più di 100 metri di altezza, lambiti dal fiume Patrì. Da entrambi si domina la piana di Milazzo, le isole Eolie, Tindari e Castroreale. La popolazione è dedita prevalentemente all'agricoltura (grano, vite, ulivo e agrumi) e all'allevamento di bovini e ovini. Qualche artigiano continua a tramandare l'arte della lavorazione del giunco e delle canne con la realizzazione di “ zumbili", “cofani”, “panieri”. Rodì Milici si costituisce in comune autonomo appena un cinquantennio fa staccandosi da Castroreale, ma le sue origini sono antichissime se si pensa che nel suo territorio, sul Monte Ciappa sono stati trovati i resti della città Longane fondata, su un pianoro dei Peloritani tra i 400 e i 500 metri, verosimilmente dagli abitanti autoctoni Sicani, rifugiatisi sui monti all'arrivo dei Siculi. L'esistenza di Longane è oggi certificata dalla presenza di monete d'argento e da un caduceo in bronzo del V secolo a.C., custodito al di British Museum di Londra.

Siti Archeologici. Necrocoli di Longane: è stata scoperta negli anni 1951 e 1959 sul monte Gonia o Grassorella, e nella valletta Paparini, nelle immediate vicinanze dell’abitato di Rodì. Le più antiche tombe risalgono al XVIII-XV sec. a.C. e si trovano a sud-est in cima alla collina verso la valle del Longano; Fattoria Romana: i resti rinvenuti in contrada Grassorella o Gonia, hanno evidenziato oltre alla perimetrazione muraria, una cisterna, scavata nella roccia della profondità di oltre 3 metri con il fondo ovale; Necropoli Greca di Mustaca: Mustaca (Mustaco) è una contrada, un pianoro di un Kmq. e sino al 1914 era tutta una necropoli sconosciuta. In quell’anno, durante lavori di scasso, i contadini scoprirono le tombe e ne dispersero i corredi funerari. 
 
Opere e monumenti. Chiesa San Filippo; Chiesa Immacolata; Chiesa San Bartolomeo; Chiesa San Giovanni; Arco del poeta; Mascherone in via Candela; Mascherone in via N. Bixio; Mulini ad acqua dismessi; Frantoi dismessi; Palmenti; Palazzo priorale, opera d’arte molto significativa dal punto di vista storico, ubicato nella Piazza di S. Maria, di proprietà privata vincolato di recente dalla Regione Siciliana.
 
Festa del patrono San Bartolomeo 24 agosto
 
www.comune.rodimilici.me.it

» Da visitare a Rodi Milici

» Alberghi a Rodi Milici
» B&b a Rodi Milici
» Campeggi a Rodi Milici
» Agriturismo a Rodi Milici

» Sagre, feste e altri eventi a Rodi Milici
Carnevale di Rodì Milici - Carnevale Storico a Rodì Milici, "I Mesi dell'Anno". La domenica e il martedì di carnevale, "la Disputa della Corona", recita in dialetto Agro-Pastorale con la personificazione dei Dodici Mesi dell' anno.26 / 28 febbraio
Rodi Milici (ME)
Antica Fiera mercato di San Filippo a Rodì Milici - Appuntamento semestrale promosso dall'Associazione Turistica Pro Loco "longane". Zootecnica, Artigianato, Agro-Alimentare.data non confermata
Rodi Milici (ME)
Degustando a Rodì Milici - La manifestazione organizzata da Legambiente Longano in collaborazione con il Comune di Rodì Milici è dedicata alla tradizione enogastronica, artistica e culturale del territorio.06 novembre
Rodi Milici (ME)
Fiera mercato d'autunno a Rodì Milici - Fiera mercato d'autunno tutto Made in Sicily a Rodì Milici. Artisti, artigiani, aziende agricole d'eccellenza, produttori di prodotti tipici siciliani - Sagra del Maiale.data non confermata
Rodi Milici (ME)


Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Ricetta cannoli siciliani
- Pasta reale ricetta
- Pignolata messinese
Siciliainfesta.com
è un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non è in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami