Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Informazioni su Ficarra (Messina)

Il comune di Ficarra, in provincia di Messina, sorge sui monti Nebrodi a 450 m s.l.m., in mezzo a boschi di ulivi e noccioli. Il territorio è diviso su tre colline, divise a loro volta da due valli in cui scorrevano il torrente di Brolo e un suo affluente. La valle sud-occidentale, che divide il territorio di Ficarra da quello di Naso e Sinagra, è invece solcata dal torrente Naso (o Timeto).  Il tessuto urbanistico di Ficarra è di chiara origine medievale, la prima notizia della esistenza di questo agglomerato urbano con l'odierno nome risalgono a un diploma del Conte Ruggero Normanno del 1082. Infatti Ficarra viene citato nel 1198 nel registro della chiesa di Messina, come un comune in cui sorge una fortezza costruita nel periodo Saraceno, dal che si può dedurre che in un periodo pre-normanno, il paese sia stato un piccolo borgo arabo. Di questo periodo arabo-saraceno non esistono notizie: ma tra le numerose tracce che è possibile riscontrare, la piu' importante risiederebbe nel nome stesso di Ficarra, assimilabile etimologicamente all'arabo FAKHAR (Glorioso).

Con la conquista normanna la Sicilia fu trasformata in un territorio di gigantesche baronie e contee e Ficarra divenne un feudo baronale secondo la descrizione dei quaderni di Re Ruggero. Ai normanni subentrarono gli Svevi, il primo barone di Ficarra del periodo svevo, di cui si hanno notizie fu Guglielmo Amico, da allora con il passare del tempo si insediarono famiglie di nobili che costruirono le loro signorili dimore che ancora oggi conservano l'antica dignità. E' il tipico paese medievale, che ha comunque subito molti rimaneggiamenti nel tempo. Il centro abitato è pieno di vicoli che si intrecciano con strade asfaltate, palazzi d’epoca si alternano a edifici di recente costruzione, senza tuttavia compromettere il fascino antico che avvolge il paese. 

Su uno dei tre colli del paese si erge il Santuario dell'Annunziata (Chiesa Madre), risalente al XV secolo, caratterizzata dalla incantevole facciata con il portale in pietra arenaria. Oltre agli innumerevoli edifici religiosi, presenti nel tessuto urbano qual, il monastero dei Minori Osservanti, la chiesa del S. Cuore, detta Badia, vanno ricordati, tra gli edifici civili, i palazzotti delle famiglie Lancia, Piccolo-Cupani, Milio-Ficarra, Piccolo-Ferraloro, Favazzo, Miraglia, Ferraloro.

Festa della patrona Santa Maria Annunziata il 25 Marzo (solennità dell’Annunciazione del Signore) e dal 3 al 5 Agosto.

www.comune.ficarra.me.it


» Da visitare a Ficarra

» Alberghi a Ficarra
» B&b a Ficarra
» Campeggi a Ficarra
» Agriturismo a Ficarra

» Sagre, feste e altri eventi a Ficarra
Giro Gusto Sapori di Ficarra - GIRO GUSTO SAPORI DI FICARRA. Degustazione di prodotti tipici frutto dell'antica sapienza contadina ed artigiana ficarrese.data non confermata
Ficarra (ME)
Festa di Maria SS. Annunziata a Ficarra - Festa in onore di Maria SS. Annunziata Patrona e Regina di Ficarra. Commemorazione del "Miracolo" e processione della vara della "Gran Signura Maria".03 / 05 agosto
Ficarra (ME)
Sapori Vicoli e Cortili a Ficarra - Un percorso enogastronomico dedicato ai sapori del territorio e alle sue eccellenze, con esibizioni di artisti e musicisti.08 agosto
Ficarra (ME)


Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Ricetta cannoli siciliani
- Pasta reale ricetta
- Pignolata messinese
Siciliainfesta.com
č un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non č in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami