Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Festa dell'Immacolata a Siracusa

29 novembre / 08 dicembre - Siracusa (SR)

Festa dell'Immacolata a Siracusa a Siracusa
L’Immacolata Concezione di Maria si festeggia a Siracusa da tempo immemorabile ma, notizie certe si hanno già dal XVII secolo, così come riferito dagli storici. ll culto verso l’Immacolata Concezione era già molto vivo anticamente e si celebrava con un solenne novenario nelle chiese. Una delle tradizioni che fortunatamente non è andata perduta è quella della “Svelatadel simulacro di Maria Santissima. Per antica tradizione essa si svolge all’alba del 29 novembre e da inizio alle celebrazioni in onore dell’Immacolata. "Santa Maria Immacolata" viene
particolarmente venerata dai parrocchiani della Chiesa San Giovanni Battista all’Immacolata, ma in particolare dalla "Confraternita dell'Immacolatata" che, ogni anno per l'8 dicembre, accorrono a festeggiarla e a portarla in Processione per le vie di Ortigia.
 
Si inizia con la cosiddetta "Atturna” (più comunemente Notturna) che consiste nel giro della banda musicale per le vie di Ortigia dalle tre del mattino per terminare poco prima delle cinque. La banda suona allegramente risvegliando gli abitanti con marce anche profane, ed annunciando l’inizio della festa. Alle cinque del mattino inizia la funzione in chiesa con la celebrazione della S. Messa. Il tutto si svolge nel buio fino a quando, durante l’omelia, il sacerdote ripete la frase solenne e attesa da tutti: ..“ed ora Maria svelaci il tuo volto!”. È a questo punto che la chiesa, gremita di fedeli, inizia ad illuminarsi mentre il velo bianco che copre il simulacro della Vergine posto sull’altare maggiore, inizia a scorrere, mostrando in tutto il suo splendore la Madre di Dio avvolta nel suo manto azzurro e con le mani aperte verso i fedeli. In questo momento di grande commozione non mancano le lacrime e gli applausi e dopo si continua con la celebrazione della S. Messa. 

Al termine della celebrazione, fra le grida dei devoti portatori dell’Immacolata, fa il suo ingresso la banda musicale che intona un inno all’Immacolata e sulle note di questa musica il capo banda dona alla Santissima Vergine un cesto di fiori. Il Fercolo della "Madonna" viene quindi portato faticosamente a spalla dai membri della "Confraternita dell'Immacolata", contraddistinti da un berretto celeste, venendo seguito da numerosi fedeli per le anguste vie di Ortigia, ciò rende difficoltoso il trasporto del pesante Simulacro, che i portatori con notevole perizia compiono senza difficoltà. La Processione tocca anche la Piazza Duomo per poi dirigersi verso la Marina, dove la "Madonna Immacolata" verrà salutata da un sontuoso fuoco pirotecnico. Dopo lo sparo dei fuochi d'artificio la Processione rientrerà lentamente presso a Chiesa di Santa Maria Immacolata, dove la statua della "Madonna" verrà poi posta nel suo Altare tra le toccanti invocazioni dei fedeli.
 
Dal 30 novembre al 7 dicembre eventi e manifestazioni. Stand di "Artigianando" riempiranno via della Giudecca, addobbi natalizi la abbelliranno. Ma ancora visite gratuite al Museo dei Pupi, visite guidate alla cripta, ipogeo e pozzo alla Chiesa di San Filippo Apostolo. Musica, arte e poesia

Per maggiori informazioni: www.comune.siracusa.it

Ultima modifica: 2014-11-18 21:47


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Sagra del Pistacchio di Bronte
- Ottobrando a Floresta
- Sagra della Mostarda e del Ficodindia a Militello
- Ottobrata a Zafferana
- Pasta reale ricetta
Siciliainfesta.com
un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami