Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Informazioni su Gela (Caltanissetta)

E' il maggior centro agricolo, industriale e commerciale della provincia di Caltanissetta. Ricca di testimonianze di quella che fu una delle più influenti poleis del Mondo Greco, è anche nota per il complesso petrolchimico dell'Eni costruito nelle sue immediate vicinanze. Gela fu fondata da coloni Rodii-Cretesi guidati da Antifemo ed Entimo intorno al 689 a .C., precisamente, secondo Tucidide, 45 anni dopo la fondazione di Siracusa e 108 anni prima della fondazione di Agrigento. La città prese il nome di Lindioi e poi Gela, dal nome indigeno del fiume alla cui foce si erano insediati i colonizzatori. E' considerata uno dei più importanti siti storici, archeologici e culturali del Mediterraneo, essendo stata tra VI e V secolo a.C. la maggiore città-stato siceliota e la fondatrice di Akragas (antica città greca sita sulla costa meridionale della Sicilia, nell'attuale territorio di Agrigento.) Qualunque scavo nell'area per lavori pubblici spesso subisce interruzioni a causa di ruderi e reperti di ogni epoca. Le zone oggi visitabili sono tre: Capo Soprano, l'Acropoli e il sito di Bosco Littorio., al cui interno è stato rimesso in luce e restaurato recentemente il complesso dell'Emporio Greco Arcaico. Presso Capo Soprano si ammira l'esempio meglio conservato al mondo di architettura militare greca: le fortificazioni greche (Mura Timoleontee) di Gela. Poco distante dal parco, si trovano i resti del complesso delle Terme Ellenistiche (IV secolo a.C.), l'impianto termale più antico finora scoperto in Italia. In località Mulino a Vento e adiacente alla sede del Museo Archeologico, si estendono gli scavi dell'Acropoli arcaica. La parte scavata rappresenta solo una minima porzione della città arcaica, estesa tra la foce del Gela e il vallone Pasqualello.

Il centro urbano sorge in massima parte su una ridente posizione a brevissima distanza dalla costa e sulla sommità di una lunga collinetta alta in media una quarantina di metri s.l.m. con un'elevazione massima di 67 metri . Essa, infine, sul lato meridionale scende in molte zone a picco sulla spiaggia, che é arenosa come tutta la costa appartenente al Golfo di Gela, il più vasto della Sicilia, mentre sul lato settentrionale degrada con leggero pendio verso la vasta e ubertosa pianura che si prolunga alle sue spalle, cinta da molli poggi e da sinuose vallate. Dal belvedere della Villa Comunale Garibaldi si osserva l'incantevole distesa azzurra del Mar Mediterraneo, l'antico Mare Africano, mentre dal Parco delle Rimembranze, sul pianoro di Molino a Vento, si ammira l'ampia e fertile pianura (i "campi geloi" di virgiliana memoria), la seconda in estensione dell'Isola, coronata da un pittoresco cerchio d'alture. Spesso nei tramonti in prossimità del mare si può godere di suggestive visuali in un contrasto di luci e di una miriade di colori. Frequentatissima stazione balneare e centro archeologico di primaria importanza, inoltre, la città ospita nel periodo estivo un gran numero di forestieri provenienti non solo dai centri viciniori, ma anche dalla Penisola e dall'estero.

Festa della patrona Madonna dell'Alemanna 8 settembre

www.comune.gela.cl.it

» Da visitare a Gela

» Alberghi a Gela
» B&b a Gela
» Campeggi a Gela
» Agriturismo a Gela

» Sagre, feste e altri eventi a Gela
Festa della Madonna delle Grazie a Gela - La Santa è venerata presso la trecentesca Chiesa dei Cappuccini. Tradizionale "promessa del viaggio scalzo” per le grazie ricevute e processione del simulacro della Vergine per le vie della città. 02 luglio
Gela (CL)
Festa della Madonna dell'Alemanna a Gela - Festa della Madonna dell'Alemanna patrona della città di Gela dal 1450 anno del ritrovamento dell'icona in stile bizantino. Nell'ambito dei festeggiamenti, la manifestazione "cuccagna a mare".08 settembre
Gela (CL)
Festa di san Martino a Gela - "Odori e Sapori" Festa di San Martino. esposizione di prodotti tipici gastonomici e degustazione prodotti tipici Siciliani.11 / 13 novembre
Gela (CL)


Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Ricetta cannoli siciliani
- Pasta reale ricetta
- Pignolata messinese
Siciliainfesta.com
č un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non č in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami