Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Informazioni su Calatafimi (Trapani)

Calatafimi, antico borgo arabo, famoso per la storica battaglia tra borboni e garibaldini del 1860, annovera tra i suoi monumenti la semidistrutta Chiesa del Carmine, la Chiesa Madre e la Chiesa del Crocifisso. Qal’at Fîmî, Calatafimi, che val quanto dire “Rocca di Eufemio”. Nella parte più antica e occidentale della città sorge il vecchio Castello, innalzato intorno al 1200, che fu dimora dei governatori della città. Lungo la statale che da Calatafimi va verso Trapani, a circa un Km. dal paese, vi è un bivio dal quale si arriva al monumento Ossario di Pianto Romano. Alto circa 30 metri, decorano i due lati due gruppi di bronzo di Battista Tassara, che raffigurano lo sbarco dei Mille a Marsala e la battaglia di Calatafimi, eretto su progetto dell’ architetto palermitano Ernesto Basile a custodia delle reliquie dei caduti nella fatidica giornata della battaglia del 15 maggio 1860, che fu decisiva per le sorti della spedizione e dell’ unità nazionale.

Calatafimi merita una visita, oltre che per i beni artistici custoditi in alcune sue chiese, in occasione della Festa di Primavera o del Crocifisso celebrata in memoria di alcuni eventi miracolosi legati ad un antico Crocifisso, verificatesi nel 1657. Oggi a più di trecento anni, la processione si ripropone ad intervalli di tre, cinque o sei anni ed è una delle feste popolari siciliane più grandiose e sentite. 

La chiesa Madrice dedicata a San Silvestro Papa è una delle chiese più antiche della vecchia Calatafimi risalente al XV secolo. Costruita nello stile dell’ arte del rinascimento e decorata di scarsi stucchi barocchi, sobriamente indorati, la chiesa presenta tre navate. Restaurata in tempi recenti reca nell’ altare maggiore un interessante politico marmoreo del Berrettaro e Mancino eseguito dal 1509 al 1512.

Il Bosco di Angimbè
  costituito da diversi lembi residui di una ben più vasta sughereta autoctona, che un tempo doveva rivestire superfici straordinariamente ampie, si distende a nordest dell’abitato di Calatafimi Segesta. Luogo tra i piu’ belli e naturalisticamente tra i piu’ importanti dell’intero comprensorio calatafimese.

Le Terme Segestane, il luogo ove sgorgano la acque termali e di cui la tradizione narra che furono fatte scaturire dalla Ninfe per ristorare Eracle quando arrivò a Segesta dopo aver attraversato la Sicilia da Capo Peloro per l’antica strada di Imera. Il sito non mancherà di affascinare per la sua selvaggia bellezza, per la singolarità del fenomeno delle “ricreatrici” acque calde, per il notevole interesse archeologico che esso, nel suo complesso, riveste. L'antico centro urbano di Calatafimi Segesta oggi può vantare di un'attrattiva turistica originale e alquanto unica, ovvero l'Itinerario dei vicoli. Nei primi anni del 2000 sono state individuate nel vecchio centro storico, aree oramai fatiscenti per le scosse del terremoto del 1968, questi posti costituiti da piccoli cortili, lunghe scalinate o semplici archi in pietra e mura di un vissuto storico sono stati posti ad un vero e proprio arredo urbano diventando i caratteristici vicoli di Calatafimi Segesta, il progettista ha saputo valorizzarli dando loro una storia e un significato legato alle tradizioni.

A quattro chilometri da Calatafimi, sul monte Barbaro, alto 400 metri circa sul livello del mare, vi è uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Sicilia, Segesta. Città elima, la più importante di questo popolo misterioso le cui origini non sono state del tutto chiarite, antagonista storica di Selinunte, Segesta fu distrutta da Agatocle, tiranno di Siracusa, alla fine del IV secolo a. C., rifondata dai Romani e infine devastata dai Vandali. I Normanni vi costruirono un castello nel XII secolo, riportato alla luce di recente. La fama di Segesta è indubbiamente legata all' Area archeologica ed ai suoi monumenti principali il Teatro ed il celebre tempio dorico, risalente alla metà del V secolo a. C. e lasciato probabilmente incompiuto, uno dei templi più interessanti e meglio conservati della Sicilia. Imponente, domina solitario da un’altura il paesaggio circostante. Il peristilio è composto da trentasei colonne (14 sui lati lunghi e 6 sulla fronte), non scanalate; l’interno è privo di cella; le metope non sono lavorate. Il tempio testimonia la progressiva ellenizzazione dell’antico insediamento elimo. Sulla cima più alta del monte Barbaro è il teatro, costruito tra il III e il II secolo a. C. ma in seguito rimaneggiato dai Romani, e orientato a nord, in direzione del Golfo di Castellammare.  Il Santuario di contrada Mango. Sotto il monte Barbaro, in località contrada Mango, recenti scavi hanno messo in luce le rovine di un grande santuario rettangolare, cinto da un muro monumentale, all' interno del quale sono stati rinvenuti i resti di due templi dorici assegnabili ai secoli VI e V a.c., insieme ad altri edifici più modesti.

Festa della patrona Madonna del Giubino, quarta domenica di settembre. Festa del santo patrono SS. Crocifisso nei giorni dall’1 al 3 di maggio con periodicità di tre/cinque anni. La festa celebra i miracoli operati dal Crocifisso di legno della chiesa di S. Caterina, gli ultimi giorni di giugno del 1657.

www.comune.calatafimisegesta.tp.it


» Da visitare a Calatafimi

» Alberghi a Calatafimi
» B&b a Calatafimi
» Campeggi a Calatafimi
» Agriturismo a Calatafimi

» Sagre, feste e altri eventi a Calatafimi
Festa di San Giuseppe a Calatafimi - Il 19 marzo ricorre la festa di S.Giuseppe, e a Calatafimi é usanza festeggiare il santo eregendo degli altari. “L' altari di Pani” creati dai Borgesi di san Giuseppe, in gergo detti “SAN GIUSIPPARA”.19 marzo
Calatafimi (TP)
Calatafimi in Festa - Un eccezionale ponte del primo maggio, un evento che vedrà protagoniste tante eccellenze, in un territorio che custodisce innumerevoli punti di interesse turistico30 aprile
Calatafimi (TP)
Festa del Santissimo Crocifisso a Calatafimi - Festa del “SS. Crocifisso” a Calatafimi-Segesta. La festa affonda le sue radici nel 1728 e si svolge con periodicità di tre-cinque anni. 01 / 03 maggio
Calatafimi (TP)
Sicili Alleva a Calatafimi Segesta - Un evento ricco di cultura, gusto e spettacoli. Esposizioni di bestiame e degustazioni di prodotti d'eccellenza del territorio.02 / 04 giugno
Calatafimi (TP)
Infiorata di Calatafimi Segesta - Festa del Corpus Domini, trazionale Infiorata nel centro storico ed esposizione del tradizionale "Tappeto Artistico" presso la Chiesa di San Michele a Calatafimi Segesta.17 giugno
Calatafimi (TP)
Calatafimi Segesta Festival - Si riaccendono i riflettori sul Teatro Greco di Segesta, pronto ad accogliere gli spettatori della rasssegna artistica Calatafimi Segesta Festival.data non confermata
Calatafimi (TP)
Festival del Gusto a Calatafimi - Tipiche senzazioni siciliane. Teatro, poesia, musica, folclore e degustazioni di prodotti tipici.data non confermata
Calatafimi (TP)
Tipicamente Sapori e Tradizioni a Calatafimi - Degustazione di prodotti tipici Siciliani e mostre d'artigianato. Nell'antico Quartiere della "Circiara" un villaggio tradizionale in cui viene riproposta la serenità bucolica dei primi anni del ‘900.data non confermata
Calatafimi (TP)
Sagra del Maccherone a Calatafimi Segesta - Tradizionale evento gastronomico dell'estate calatafimese. Nel centro storico stand gastronomici e degustazione di numerose varianti culinarie di pasta. data non confermata
Calatafimi (TP)
Festeggiamenti in onore di Maria SS. Bambina a Calatafimi - La festa si svolge l’8 settembre con cadenza biennale, nella chiesetta intilolata a Maria SS. delle Grazie, in contrada Affacciatura a pochi chilometri dal centro storico di Calatafimi. Fede, folklore, giochi e tradizioni.08 settembre
Calatafimi (TP)
Festa Immacolata Concezione a Calatafimi - Festa dell'Immacolata Concezione a Calatafimi Segesta. Nella notte delle "fiaccole", tradizionale processione in onore de "'La Mmaculatedda".07 / 08 dicembre
Calatafimi (TP)
Presepe vivente a Calatafimi - La rappresentazione si svolge all'interno del suggestivo borgo Li Ficareddi che diventerà un’antica Betlemme con il fascino dei suoi antichi mestieri e scene del tempo. Passeggeremo tra il Vicolo dei macellai, il Largo della Fontana e tutti i suggestivi vicoli26 dicembre / 07 gennaio
Calatafimi (TP)


Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Ricetta cannoli siciliani
- Pasta reale ricetta
- Pignolata messinese
Siciliainfesta.com
č un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non č in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami